“Narrazione…” – Personale 2015

Locandina Quinto

Villa Thiene - Quinto Vicentino (VI)
Dall'11 al 26 Aprile 2015
ORARI MOSTRA
Dal lunedì al Venerdi 9,30 – 12,30
Lunedì e Giovedi 16,30 – 18,30
Sabato 15,00 – 19,00
Domenica 10,00-13,00      15,00-19-00

Ho voluto esporre una scelta da due mostre ( “Forme in Dialogo 2012” e “Dei Segni e del Vuoto” 2013) e vari lavori ed opere del 2014 - 2015, dando così un’ idea dell’ evolversi del mio lavoro in quest‘ ultimo periodo, particolarmente per coloro che non mi conoscono. Spero che questa mostra proponga una percezione concreta del mio modo di lavorare.
Prestandosi Villa Thiene alla divisione in tre spazi separati ho approttato di questa situazione ideale per esporre il mio sviluppo artistico e lavorativo degli ultimi anni. Il percorso parte dalla prima sala con opere del 2012 precedentemente esposte in ”Pescheria  vecchia” ad Este (PD) per la mostra “Forme in Dialogo”. Nella sala a sinistra sono collocate opere del 2013 precedentemente esposte in galleria “La Medusa” ad Este (PD) per la mostra “Dei Segni e del Vuoto”. Nell’ ultima sala, a destra, trovate le opere più recenti relative alla produzione 2014 e 2015 mai esposte prima d’ora.

Alfredo Dal Santo

Nella mia posizione fortunata mi capita spesso di attraversare il laboratorio di Alfredo Dal Santo e mi sento di specificare la-bo-ra-to-rio, non atelier d'artista dedicato alla sola creazione di opere, ma luogo operoso dove le mani e la testa lavorano felicemente in armonia e dove le idee dell'una si incontrano con la destrezza delle altre.
Nel laboratorio passano molte persone, alcune solo per salutare, altre per imparare a dare forma ai propri sogni, per toccare la materia, per plasmarla ed accarezzarla…. la grande sala è ricolma di opere ed attrezzi…alcune volte in bilico…come se Alfredo cogliesse sempre l'occasione per trovare nuovi equilibri tra gli oggetti o come se delle nature morte, memori della lezione di Morandi, sorgessero magicamente dai piani ricolmi e fossero fermate per un attimo dallo spirito indagatore dell'artista.
Un laboratorio come un habitat, come un abito, un luogo dove si fanno le cose, un luogo che protegge e si piega alle esigenze espressive del suo inquilino.

In questo spazio magico e gravido Alfredo si muove come in una protesi del proprio corpo-cervello-mani.
Nell’utima mostra si erano individuate tre famiglie di opere riconoscibili anche per cronologia :

1.I prodromi: tra il fuori ed il dentro
2.Il vuoto come assenza di materia
3.Il vuoto come vibrazione della materia

Questa mostra vuole in qualche modo esaurire quest’avventura artistica per aprirsi verso altre sperimentazioni ancora solo percepite dall'autore.
Le utime opere sono in qualche modo figurative, ma interpretano la figura con il segno dell'anima piuttosto che con l'anatomia che viene tutt'al più suggerita e qualche volta solo sfiorata. La materia ed il fare artigiano sono parte fondamentale della realizzazione dell' opera che non potrebbe essere così se non fosse realizzata con quella tecnica e con quel materiale e…aggiungo io …con quella perizia artistico/artigianale…. Il segno non potrebbe essere altrimenti preciso se non fosse una incisione che divide-separa fisicamente la materia… la matericità data dalla tecnica dell’ingobbio non potrebbe essere altrettanto vibrante se non fosse essa stessa vibrazione…e le campiture piatte che costruiscono geometrie sono esattamente stesure di colore sopra una materia viva …
Ma c'è anche il divertimento, l'ronia, un segno inaspettato, le campiture scultoree tagliate – è un controsenso- con le forbici come fossero dei collages, la geometria precisa che sfuma nel mistero, mondi di mezzo…
Colgo nelle ultime opere un legame fisico con la verità del fare, un legame alto tra fare artigianale e arte…i limiti della materia e della tecnologia che diventano motivi per nuove avventure espressive.
E la penna del passato (parafrasando la citata poesia di Tagore)… che in mono all’artista mescola il vecchio ed il nuovo
scarabocchiando le pagine del tempo…guardando con curiosità verso il futuro.

 

Chiara Cibin

10

 

4

 

2

 

1

Una selezione delle opere esposte:

Posted in Esposizioni.