Alfredo Dal Santo – Biografia

Alfredo Dal Santo nasce a Cinto Euganeo (PD) nel 1945, per trasferirsi poi definitivamente a Este (PD) con la famiglia nel 1950.

A quindici anni interrompe gli studi per intraprendere un'esperienza lavorativa presso la Este Ceramiche e Porcellane come decoratore.

Dopo un anno riprende gli studi presso l'Istituto Statale d'Arte "P. Selvatico" di Padova, frequentando prima il corso di decorazione pittorica e poi quello di ferro battuto.
Diplomato nel 1966, per un periodo sperimenta con varie forme di artigianato artistico: dapprima con un piccolo laboratorio dove lavora il ferro battuto per poi dedicarsi all'arte del fumetto che apprende da Giorgio Trevisan.

Fra il 1971 e il '72 torna, questa volta come insegnante, all'istituto d'Arte "P .Selvatico" dove per un anno tiene il corso di "Applicazioni metalliche nell'arredamento".

Dal 1972 al 1980 dirige in proprio una piccola tipografia, dove lavora assieme al fratello.

Nel 1981, alla ricerca di un'espressione più creativa, recupera la sua passione giovanile per la ceramica e apre il laboratorio artigianale "Ceramiche Marcuzzo" a Este, dove tutt'ora produce e decora oggettistica varia e complementi d'arredo cercando anche nell'artigianato di esplorare il linguaggio dell'arte.

Le più recenti opere si astraggono dal cromatismo, utilizzando il colore proprio della materia come elemento linguistico.
Le terre, l'argilla e gli ingobbi si relazionano direttamente con il segno e la composizione topologica dell'opera, dando forma a un equilibrio cromatico ancestrale.

In questo viaggio intimista è possibile incontrare suggestioni che richiamano alla memoria opere di artisti come Pablo Picasso, Joan Mirò, Henri Matisse e Massimo Campigli.

Le opere di Alfredo Dal Santo vibrano alla ricerca di un equilibrio dettato dalle leggi della natura e dal suo profondo sentire umano.

La terra sembra accettare di buon grado le lavorazioni ed i segni dell’artista che sono tesi e precisi come il suo instancabile percorso di ricerca e maturazione.